BOOK REVIEW: TAGLIA CUCI AMA

Questo libro lo ho acquistato qualche sabato fa durante una spesa settimanale, lo ammetto nonostante mi tenga alla larga dalla libreria cerco su Ibs e al supermercato faccio sempre una puntatina nel reparto libri...sono stata colpita dalla copertina e dal prezzo, poi ho letto la trama e ho deciso di acquistarlo...
Laura Lovegrove è una designer di moda e tessuti. Le sue creazioni appaiono sui vestiti e nelle case più glamour della città. Rendere unico ciò che è banale per lei è un’arte, uno stile di vita. Il marito architetto però accetta un nuovo lavoro e tutta la famiglia deve lasciare Londra e trasferirsi a Norfolk, in campagna. Persa la vivacità della city anche l’ispirazione di Laura sembra essere svanita e in più le donne del posto non sembrano interessate alle sue creazioni. Come se non bastasse suo marito lavora tutto il giorno ed è sempre più distante. Sola e con il morale a terra, Laura decide di uscire dal suo guscio e trova un impiego part-time come insegnante, mentre nel tempo che le resta si occupa delle figlie. La sua carriera di creativa è ormai un lontano ricordo. Immersa nella nuova routine, le sue giornate trascorrono monotone, fin quando un evento irrompe inatteso: un incendio distrugge la sua tanto amata collezione di vestiti vintage.E proprio allora l’incontro fortuito con Chris, il grande amore dei tempi dell’università, le fa capire che la vita che ha vissuto è completamente diversa da quella che sognava. Ma quando tutto sembra perduto, un’ancora di salvezza arriva inaspettatamente dal circolo del cucito di Norfolk…
All'inizio ho immaginato di essere sposata e di dovermi trasferire in campagna lontana dagli amici e dalle abitudini e un pò mi sono immedesimata nella nostra protagonista che si sente un pò un pesce fuor d'acqua...una collezione di abiti vintage che si brucia e un ex amore che si presenta-il provolone di turno c'è sempre e vuoi o non vuoi tutti abbiamo un ex amore che vorremmo rincontrare, alcuni per picchiarli altri per boh...., dopo la perdita degli abiti vintage un lavoro part time da insegnante d'arte un corso di cucito aiuta la nostra protagonista a sentirsi un pò più integrata e alla fine c'è un happy end un pò per tutti...e no l'ex amore rimane un vanesio e inutile....

Io non so cucire, più o meno mi servirebbe un ago grande come quello della topolina che rifà il vestito a Cenerentola, io dopo tre volte che non riesco a infilare il filo mi stresso e lascio perdere ma con la colla a caldo riesco a creare cose carine, anche relative bolle d'acqua:P Al termine del libro c'è un appendice con tutti i lavoretti presenti nel romanzo e indicazioni per ricrearli...magari posso mettermi all'opera prima o poi!!!

Prossimo libro da leggere: La famiglia prima di tutto di Sophie Kinsella! E voi cosa avete letto o state leggendo o rileggendo?

Commenti

  1. Io confesso di non avere più tanto tempo per leggere libri, ho cominciato quasi due mesi fa a leggere Il segreto di Copernico ma il libro e ancora fermo sul comodino e ultimamente lo prendo in mano quasi solo per pulire la polvere. Ho bisogno solo di un po' più di tempo ma già poter leggere i vostri post e la vostra scrittura è una soddisfazione giornaliera.
    Saluti,
    Flo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per un periodo iniziavo dei libri e poi non li terminavo, ora riesco a leggerne un pò. sfrutto i viaggi in treno e la sera...questo è carino come libro e sono contenta che ti sia piaciuto il post!!!

      Elimina
  2. Io adoro entrare nelle librerie, e riesco pure a prrderci ogni volta una marea di tempo a guardare e sfogliare tutti i libri che mi incuriosiscono, ma di solito però non compro nulla: non so perchè ma è come se lì avessi troppa scelta e non sapessi decidere cosa prendere.... Mentre sui cataloghi online (anche Ibs) mi leggo la trama, guardo le review e decido in 2 minuti se un libro vale la pena prenderlo o meno, boh mi sarò abituata male!^^
    Comunque anche io sfruto i tempi morti che passo sui mezzi o nelle file per leggere, per questo il kindle è comodissimo!
    Però adesso sto leggendo Macerie Prime di Zerocalcare che è cartaceo, quindi posso approfittare solo della sera.
    Oltretutto, non so e capita anche a te, io trovo le graphic novel più "impegnative" dei libri scritti (sarà per il fatto che perdi più tempo a guardare i disegni), quindi ci metto di più a finirle: questi sono due volumi pue grandicelli che penso mi terranno impegnata per un bel pò!

    PS: guarda che esistono degli "attrezzi" fatti apposta per infilare il filo nell'ago, non costano niente ma sono super utili nel caso decidessi di comentarti... ;)
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se io entro nelle librerie per dare solo un'occhiata esco fuori con almeno due o tre libri...ma ho scoperto la comodità di ordinare su IBS e farmi consegnare tutto in ufficio..ormai ho fatto amicizia pure ocn il corriere...Le graphic novel sono belle SOLO cartacee ma in realtà io preferisco il cartaceo infatti di ebook ne ho solo 2 e solo perchè si trovavano in quel formato altrimenti carta...lo ammetto sogno una libreria tipo quella della Bella e La bestia...probabilmente sono strana io..
      Esistono attrezzi appositi? ora cerco e se li utilizzerò cioè se deciderò di cimentarmi con ago e filo ti farò sapere la mia esperienza!!!
      Baci

      Elimina
  3. Risposte
    1. It is really nice reading full of interesting article and instruction in the end of it, nice romance story:D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

COMPLEMENTI D'ARREDO

INTERVIEW-FABIO & IL FERMO IMMAGINE