IMPATTO ZERO?

Ultimo giorno di lavoro della settimana iniziato con un ritardo del treno di 25 minuti, direi non male, così per non incasinarmi la vita ho deciso di rimanere a pranzo qui in ufficio, sono andata alla macelleria e mi sono fatta fare un panino con un formaggio peperoncino e olive che è la fine del mondo, non troppo piccante ma saporito al punto giusto e poi sazia tantissimo....certo a saperlo mi sarei portata la travel mug anche oggi così me lo facevo mettere lì il the...vabbè vorrà dire che lo prenderò al bar...

Nel mio piccolo sto cercando di eliminare la plastica, quindi invece dei bicchieri da portar via chiedo se possono usare la mug e fino ad ora non ho trovato nessuno contrario, devo ancora trovare la borraccia da borsa, quindi mi tocca comprare la bottiglia di plastica dal fruttivendolo qui accanto perchè l'acqua del rubinetto qui fa veramente schifo e se lo dico io che berrei solo quella del rubinetto ci potete credere...
non è bellissima e funge anche da thermos:D

Oltre al risparmio voglio trovare il modo per inquinare di meno e con la spesa non è difficile ma neanche facilissimo, cioè da me non tutti i supermercati offrono merce sfusa e trovo molto comodo il Lidl vicino casa e comunque posso dire che la raccolta differenziata la faccio da anni, ancor prima che fosse obbligatoria, quindi so che i miei rifiuti sono per la maggior parte riutilizzabili...Ora non dico di essere perfetta nel differenziare i rifiuti, anzi ogni tanto mi vengono dei dubbi... ma guardando un documentario su quanto noi umani inquiniamo il nostro pianeta direi che piccoli passi possono fare molto per tutti...certo su alcune cose rimarrò inquinante ovvero: gli assorbenti-non mi dite di utilizzare quelli lavabili o le coppette, preferisco i cari vecchi assorbenti Lines ultra extra notte lungo con ali- e la carta forno, io la trovo utilissima....

Cercando nel web ho trovato anche un sacco di idee per lunch box da portarsi da casa, si la classica schiscetta( e lo ammetto negli anni ne ho comprate e me ne hanno regalati di veramente carini così ora ogni tanto li sfrutto), ed ho deciso di provare a fare la missione Q.B. di Lisa Casali modificandola un pò...si sto ancora pianificando alcune spese perchè è vero che sulla lunga risparmio ma non è che sono attrezzata al 100%...però parto con:
travel mug
shopper di tela per la spesa (che a fine anno fanno un gruzzolo risparmiato, ogni tanto mi è capitato e mi capiterà di prenderle per metterci la sabbiera del gatto)

si lo so dovrei fare a meno dell'auto, risparmierei molto: 
600 per l'assicurazione
130 per il bollo
120/150 al mese per il diesel quindi una risparmio tra 1440/1800 in un anno ma in realtà mi serve perchè se il treno ritarda più di un'ora a me tocca prendere l'auto per aprire l'ufficio in orario e no il car sharing non è un opzione in questi casi perchè scopro il ritardo last minute, però mi impegnerò ad usare più spesso piedi e bici quando sono in città!

Consigli?

Commenti

  1. Guarda anche io cerco di contenere il mio impatto ambientale al minimo ( ma senza esagerazioni però, gli assorbenti lavabili o le coppette anche per me non sono proprio un'opzione - anche perchè poi scusa con che li laveresti? Sai quanto detesivo servirebbe? A questo punto non inquini in un modo ma inquini in un'altro, no?-), insomma la plastica la uso ma me la faccio durare - io la borraccetta portatile ad es. ce l'ho in plastica ultraleggera, se no con 1l d'acqua dentro sai che peso?- ma limito al massimo ad es l'uso della carta e cerco di ricilare il meglio possibile tutto.
    Comunque io penso realmente che se tutti facessimo dei piccoli cambiamenti alle nostre abitudini il problema dell'inquinamento si potrebbe risolvere facilmente e senza che nessuno si sacrifichi troppo: ad es ho convinto mia mamma a fare la spesa con il carello o con le shopping bag, quelle grandi, così non deve prendere tante buste, all'inizio pareva chissà che le avessi chiesto di fare, adesso nemmeno ci fa più caso! E' solo questione di abitudine insomma!
    Certo, poi io ho sempre il dubbio che nonostante mi impegni tanto a separare tutto per bene poi vada a finire che poi quelli della nettezza urbana buttino comunque tutto insieme, ma sepriamo di no...
    Baci e buon week end!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine ci sarebbero pure detergenti ecologici ma a me proprio l'idea di mettermi un assorbente in cotone o la coppetta non mi sa igenico per niente, ma sono scelte assolutamente personali, infatti ho amiche che si sono convertite alla coppetta e si trovano bene.
      io porto regolarmente le shoppers da casa quando faccio la spesa e le uniche volte in cui prendo quelle di plastica si possono contare sulle punte delle dita e lo ammetto pure io ogni tanto ho il dubbio sui netturbini ma speriamo di no....e si sono convinta che ognuno può aiutare il pianeta facendo piccoli passi....piccoli cambiamenti , grandi risultati....

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

INTERVIEW-FABIO & IL FERMO IMMAGINE

BOOK REVIEW: TAGLIA CUCI AMA