DOLCE GENNAIO AL CAFFE'

Bene come scritto qualche post fa uno dei calendari ricevuti più graditi è stato quello dell'edicola della stazione...ogni mese porta delle ricette con base di caffè e per me che sono un'amante della bevanda in questione, nel leggere le varie ricette, mi si sono illuminati gli occhi...

Ad esempio per questo mese di Gennaio le ricette sono:

volevo inserire la ricetta del calendario, ma mi sono dimenticata di copiarla ma il web me ne ha "regalate" diverse versioni
e il Frappacchino O Frappuccino - si quella bevanda che si vede in un sacco di film e telefilm americani insieme ai caffè giganti di Starbucks e diciamocelo costano anche molto di più di un frullato nostrano, ma perchè non provare a rifarlo a casa? Sicuramente in gusto non perde e anche le finanze non piangono:P

Ora io i cornetti al caffè non li ho mai trovati, l'unico cornetto al caffè trovato provato e adorato è stato il gelato Algida ma nei bar mai trovato il croissant al caffè e onestamente non trovo molto spesso neanche la fiesta al caffè ma c'est la vie...intanto una cosa che vorrei tanto riuscire a fare quest'anno è frequentare un corso per degustazione caffè e vino, però nel caso del caffè spero non mi venga in mente lo gnomo nei boschi...lo so ma io ogni volta che sento i sommelier che dicono aroma fruttato retrogusto di pesco etc etc io penso che sono ignorante, preferisco il vino bianco e fresco e l'unica cosa che posso capire è se mi piace o no...per il caffè mi piacerebbe riuscire a capirci un pò di più!!!


Commenti

  1. A me il caffè non piace a meno che non si senta molto poco come nel tiramisù (o almeno in alcuni tiramisù), poi ho deciso di evitare cibo inutile per risparmiare quindi qua parto già svantaggiata!^^
    Il frappuccino invece l'ho provato a Londra da Starbucks e ti assicuro che di caffè sa molto poco: è come un cappuccino cioccolatoso molto dolce, sinceramente a me non è piaciuto molto, ti lascia tutto un dolciume in bocca.... Poi vabè sono gusti, se a tanti piace un motivo ci sarà!
    il corso da sommellier invece penso che sia una bella idea (a differenza del caffè il vino mi piace) almeno sapresti subito riconoscere se, per dire, al ristorante ti danno un vino schifoso spacciandolo per una bottiglia pregiatissima!
    Anche io non so riconoscere tanti tipi di vino, conosco solo quelli che bevo più spesso (a casa mia beviamo abitualmente il vino a pranzo e cena - ma non siamo alcolizzati eh?^^) e il Moet e il Crystal perchè i miei li comprano ad ogni singola festa che festeggiamo in famiglia.
    Non sapevo invece che esistesse un corso per degustatori di caffè, a mia mamma piacerebbe: lei, di origine napoletana, adora il caffè e ama provare quelle miscele speciali che ogni tanto si trovano tipo da Castroni. Figurati che per lei le cialde non sono caffè e compra i caffè in chicchi che macina ogni 3-4 giorni perchè secondo la sua idea quello già macinato ha perso tutto il sapore... In effetti probabilmente se facesse il corso da degustatrice sarebbe la fine!!! XD
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo ammetto fino ai 18 anni il caffè non mi piaceva proprio poi all'università mi si è aperto un mondo e ora il mio cervello senza quello del mattino non si connette...
      Il corso da sommelier costa e visto che sono in missione risparmio per ora passo ma prima o poi farò qualcosa inerente al mondo del vino...e anche del caffè...comunque dillo a tua mamma che per il caffè esistono corsi appositi:P...oddio no ci ripenso dati i chicchi e la sua precisione forse è meglio di no...per la vostra sopravvivenza intendo.
      Il frappuccino in America pure per me era troppo dolce mentre fatto in casa molto molto meglio:D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

INTERVIEW-FABIO & IL FERMO IMMAGINE

BOOK REVIEW: TAGLIA CUCI AMA