Passa ai contenuti principali

WEEKLY NOTES

Oggi è lunedì ma calcolando che ad Orte il 13 è festa, probabilmente devo lavorare solo mezza giornata, il che mi porta ad iniziare la settimana più positiva del solito....
Ieri sera ho invitato le ragazze per un aperitivo a casa nuova...loro gentilissime mi hanno portato un oggetto decorativo a forma di gatto(anche se non dovevano) e ho chiesto alla mia amica Betta di portare i biscotti...che ho assaggiato stamani a colazione e sono buonissimissimi....


Sabato ho comprato le ultime cose, ovvero snack assolutamente non salutari ma gustosissimi e insieme a quelli ho preso un rotolo di pasta brisè che ho farcito con ricotta, parmigiano ed olive....è piaciuta moltissimo, a dimostrazione che le cose più semplici sono le più buone, avevo preso poi alla Coop un vassoio con le cruditè già tagliate e pulite e con in mezzo una salsina con ketchup e altri sapori, molto buona...si lo so uno dovrebbe comprare le verdure e prepararsele da se,è più economico ma lo ammetto non avevo tantissima voglia di starre ai fornelli, infatti per dolce ho comprato gelato Coppa del nonno, cornetto gusto tiramisù, buono buono buono, il tronchetto (che ancora è nel freezer) e poi ho preparato dei tartufini crudisti, ho preso la ricetta dal sito The vegan side of the moon, ma non avendo ne la vaniglia ne le nocciole, ho rivisitato la ricetta con ciò che era a mia disposizione, quindi ho preso i datteri, tolto il nocciolo e fatto a pezzetti piccoli, aggiunto del cacao e farina di cocco ed ho spezzettato 4 biscotti secchi, poi con le mani ho unito il composto e formato le palline che ho fatto raffreddare in frigo, sono piaciute molto e lo devo dire è una ricetta buona gustosa e perfetta per le cene estive in quanto il forno non è proprio contemplato, lo devo dire i dolci crudisti hanno il loro perchè :P... ho fatto un ordine da Yves Rocher da una ragazza che ha preso da poco la patente e mi sono messa a fare un pò di pianificazione spese per il mese...


L'altro giorno dopo essere andata al mercatino dell'usato e aver fissato un appuntamento per prendere un mobile rimasto a casa vecchia (aka un armadio a ponte) ho fatto spesa e poi mi sono rifugiata nella mia libreria Giunti ed ho comprato un libro di cui mi è piaciuta la recensione e ho iniziato subito a leggere, ne ho già divorato 9 capitoli e secondo me ci saranno diversi punti sorprendenti...all'inizio la protagonista risulta antipatica, ma man mano che si scopre un pò di più della sua storia fa tenerezza e poi tutti in fondo hanno dei sistemi di autodifesa dal modo esterno, il mio è immergermi nella lettura di un buon libro a casa mia circondata solo dai felini, è necessario avere del tempo per se...
comunque il libro è il seguente:
trama-Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: benissimo.
Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido, perché sto bene così. Ho quasi trent’anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate, la mia passione. Poi torno alla mia scrivania e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient’altro. Perché da sola sto bene. 
Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata dalla prigione. Da mia madre. Dopo, quando chiudo la chiamata, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto.
E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo.
O così credevo, fino a oggi.
Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita.
E questo ha cambiato ogni cosa. D’improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie stesse paure, e non cercano a ogni istante di dimenticare il passato.
Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene.
Anzi: benissimo.

recensione:Gail Honeyman ha scritto un capolavoro. Un libro che a detta di tutta la stampa internazionale più autorevole rimarrà negli annali della letteratura. Un romanzo che per i librai è unico e raro come solo le grandi opere possono essere. I numeri parlano da soli: venduto in 35 paesi, per mesi in vetta alle classifiche, adorato sui social dalle star del cinema più impegnate, vincitore del Costa First Novel award, presto diventerà un film.
Una protagonista in cui tutti possono riconoscersi. Perché spesso ci si rifugia nella propria realtà per non vivere quello che c’è veramente fuori. In quel riparo si crede di stare benissimo, ma basta una folata di aria fresca per capire che troppo è quello che si sta perdendo.    

Prossima spesa del mese? Ingresso in piscina sabato prossimo, ho bisogno di far colorare un pò anche le gambe:D

Commenti

  1. Molto interessante!!

    https://julesonthemoon.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il libro è molto interessante, la ricetta dei rocher crudisti facile e ti fa fare un figurone e sul budgeting, bhè ognuno ha un proprio sistema, il mio è costellato di mald di testa:P

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

VALERIO'S INTERVIEW

Era da un pò che mi frullava in testa l'idea di intervistare amici di blog e amici di altri campi e, tenere queste interviste almeno una volta al mese. Ho iniziato con Silvia (la sua intervista qui) ed ora è il turno di Valerio, ragazzo affascinante e simpatico (dico io) con qualche capello bianco (dice lui), ora noi è da Febbraio che proviamo a organizzarci per un caffè ma ancora non ci siamo riusciti, così se all'inizio pensavo di fare questa intervista di fronte ad una tazza di caffè reale, per ora ce lo prendiamo virtualmente...Valerio è stato carinissimo e disponibile, nonostante i suoi miliardi di impegni...ovviamente in rosso i miei commenti
Iniziamo con l'intervista:
Presentati (nome, data di nascita, professione,studi passioni, hobbies) Mi chiamo Valerio Chibbaro, nato a Roma il 08/08/1982 e tra poco compirò ben 35 anni.  Quindi mi tocca farti un regalo che ti darò ...uhm...boh...a Natale?Dai dai che l'uomo acquista in fascino con età e capelli grigi, George Clone…

INTERVIEW: UN GIOIELLO DI RAGAZZO

Sto preparando diverse interviste per il blog, di amici e persone che ho trovato interessanti ed ho voluto approfondire la conoscenza, perchè ammettiamolo spesso anche se non ci si conosce personalmente attraverso commenti su commenti si scoprono un sacco di affinità...ora mi sto concentrando su lavori e scelte di vita (se non avete letto l'intervista di Lucia fatelo ora cliccando QUI ) particolari...ad esempio questa intervista è nata a forza di guardare le sue creazioni...oh son pur sempre donna e mi piacciono le cose belle in più ho una passione per gli anelli e Paco fa creazioni bellissime...della serie io sbavo ad ogni singola foto nuova e devo decidere cosa auto-regalarmi per Natale...un ragazzo giovane di grande talento e secondo me pure simpatico, pur non conoscendolo personalmente la sua faccia mi ispira simpatia...allora gli ho spedito una email o meglio una serie di domande tramite FB e vi giuro solo nel leggere le risposte ho sorriso tantissimo...ovviamente in rosso tr…

CHIOSTRO DEL BRAMANTE: ENJOY

Se ci siete stati sapete di cosa parlo, se non ci siete andati MUOVETEVI avete tempo fino al 25 febbraio per visitare la mostra ENJOY al Chiostro del Bramante...durante la mia ultima gita a Roma insieme alla mia amica Samantha l'abbiamo visitata, veramente carina...il Chiostro del bramante è sempre una garanzia...
Ok nel corridoio tre qualche domanda me la sono posta e non chiedetemi perchè ma l'ho paragonata al Grande fratello, effettivamente questa super connessione ci porta a spiare ed essere spiati...si possono fare foto e al piano di sopra c'è una stanza piena di palloncini-più per i bambini ed io soffrendo di claustrofobia ma neanche se mi paghi-ed una super mega poltrona e un super mega cappello (credo di aver fatto una foto), sono una che durante le mostre il cellulare lo lascia in tasca, sono concentrata sulla mostra e sull'audioguida....ho o meglio abbiamo scelto "l'età della serietà apparente"...sempre che ricordo bene il nome, che ho una memori…