Passa ai contenuti principali

LUNCH BOX

Se fino a qualche tempo fa chi si portava il pranzo da casa veniva additato come tirchio o perdente, ora non è più così, ovviamente c'è e ci sarà sempre quel collega che si ostinerà a comprare il pranzo al bar e una volta ogni tanto lo fai anche te, ma se come me hai un budget da rispettare e vuoi mangiare sano, la scelta più giusta è la classica "schiscetta", in commercio si trovano sia lunch box che borse termiche fantastiche...l'altro giorno nel centro commerciale vicino casa ho trovato un contenitore già diviso in 3 scomparti a €0,99, un vero affare che non mi sono lasciata scappare.-...sto prendendo qualche appunto tramite il libro Piatti fai da te per la pausa pranzo di Jeanne Perego e Lella Niccoli (era in allegato ad un numero della rivista Cucina Naturale che io adoro), se poi hai bisogno di ulteriori idee vai sul sito dedicato alla schiscetta

Ho trovato adorabile l'inizio del capitolo 3 con Consigli & Considerazioni per la pausa pranzo(di cui riporto le mie preferite):

  • Consuma sempre il tuo pasto portato da casa con orgoglio: è una scelta e non un ripiego
  • Sappi che gironzolare per l'ufficio con la tua insalatiera in mano mostrando a tutti quanto hai saputo preparare può far salire di molto l'apprezzamento nei tuoi confronti
  • Cogli l'occasione della pausa pranzo con i colleghi per socializzare con loro, passando, per esempio la tua ricetta del giorno. Ne beneficerà anche il rapporto lavorativo. Il team building si fa anche spontaneamente a tavola.
  • Ricorda che sei a tavola con dei colleghi per cui rispetta le buone maniere come faresti a tavola con la tua famiglia: non parlare con la bocca piena, evita di bere facendo il rumore di una pompa idrovora e non tirare gomitate nello sterno a chi mangia vicino a te
  • Prenditi tempo per mangiare con calma, almeno 20 minuti: la pausa pranzo è un momento di decompressione tra varie ore di stress, non un momento di ulteriore stress per il tuo organismo.
  • Pianifica ogni giorno con cura cosa farai durante la pausa pranzo: quell'ora non deve essere tempo che trascorre tanto per farla passare. Per cui decidi in anticipo se dopo il pasto andrai a fare una passeggiata, se andrai a dare un'occhiata alle vetrine dei negozi o se ti siederai da qualche parte a leggere un capitolo del libro che ti sta appassionando. Nella bella stagione pianifica già dal mattino se andrai a mangiare all'aperto su una panchina al parco. Ricorda sempre che l'aria fresca e la luce aiutano a trovare buonumore dopo tante ore al chiuso e alla luce artificiale
  • Evita come la peste la routine
  • Approfitta della pausa pranzo per approfondire la conoscenza di chi lavora nella tua stessa azienda, approfitta della pausa pranzo per ritrovare amici, compagni di scuola...non dimenticare che dal networking possono nascere nuove opportunità di lavoro
Ho deciso di fare un giro sul web e mi sono innamorata di queste borse termiche e contenitori per il pranzo, perfetti per tutto l'anno:
contenitori classici

La classica busta marrone che si vede nei vari telefilm americani ma in realtà questa è termica
borsa fashion così oltre ad essere buono il pranzo è anche stiloso



questa sarebbe per i bambini ma io la trovo adorabile anche per gli adulti

tra le bento box c'è una grandissima scelta
Ovviamente ci sono quelle giornate in cui non si ha voglia di cucinare e allora si "ripiega" sul bar, ma se sei con un budget ridotto conviene limitarsi ad una volta a settimana, per il resto una buona pianificazione settimanale aiuta molto... poi ci sono sistemi su come risparmiare nella spesa ma di questo ne parleremo più in là!!!

Commenti

  1. Io sono strafelice di questo cambio di rotta! Era ora!!!
    Come avrai capito io sono assolutamente pro-lunch box, un pò perchè sono abbastanza schizzinosa e non sempre quello che propongono i bar mi vanno a genio, ma soprattutto perchè così ti magi quello che ti piace e lo fai senz'altro in modo più salutare!
    All'università ad es. lo fanno in tanti ed il pranzo è diventato pure un'ottima occasione per socializzare, come hai detto anche tu! :)
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco io anche se sono da sempre di bocca Buona ma ho da sempre limitato i pranzi nel bar e nelle mense....preferisco il cibo casalingo. ..e poi vuoi mettere scambiare la ricetta con i colleghi? Questo è un buon momento per socializzare. ...onestamente spero che la schiscetta non passi più di moda

      Elimina
  2. Da sempre innamorata delle ceste in vimini organizzate per il picnic non posso che adorare queste soluzioni che trovato sul web anche io cerco sempre di preparare qualcosa d sano portato da casa
    Bellissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio le ceste di vimini sono stupende ne ho occhiata una da tiger durante la gita a Roma. Lunch box casalingo perfetto compromesso tra salute (cibi leggeri e gustosi) e al portafoglio (si risparmia e si sa esattamente cosa c'è nel piatto )

      Elimina
  3. Da sempre innamorata delle ceste in vimini organizzate per il picnic non posso che adorare queste soluzioni che trovato sul web anche io cerco sempre di preparare qualcosa d sano portato da casa
    Bellissimo

    RispondiElimina
  4. I actually usually spend my lunch breaks working on my blog and other projects. If I can write a blog post - even if it's not entirely finished - during a lunch break that's a huge win!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. This could be a good choice but could be nice sharing lunch or at least a part of it with your colleagues but probably you found a balance on this so well done

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

VALERIO'S INTERVIEW

Era da un pò che mi frullava in testa l'idea di intervistare amici di blog e amici di altri campi e, tenere queste interviste almeno una volta al mese. Ho iniziato con Silvia (la sua intervista qui) ed ora è il turno di Valerio, ragazzo affascinante e simpatico (dico io) con qualche capello bianco (dice lui), ora noi è da Febbraio che proviamo a organizzarci per un caffè ma ancora non ci siamo riusciti, così se all'inizio pensavo di fare questa intervista di fronte ad una tazza di caffè reale, per ora ce lo prendiamo virtualmente...Valerio è stato carinissimo e disponibile, nonostante i suoi miliardi di impegni...ovviamente in rosso i miei commenti
Iniziamo con l'intervista:
Presentati (nome, data di nascita, professione,studi passioni, hobbies) Mi chiamo Valerio Chibbaro, nato a Roma il 08/08/1982 e tra poco compirò ben 35 anni.  Quindi mi tocca farti un regalo che ti darò ...uhm...boh...a Natale?Dai dai che l'uomo acquista in fascino con età e capelli grigi, George Clone…

SILVIA'S INTERVIEW

E' da un pò che ci penso vorrei intervistare alcuni dei blogger che mi piacciono e quindi questa è la prima intervista di una piccola serie... Oggi facciamo due chiacchiere virtuali con Silvia di S in Fashion Avenue (in rosso i miei commenti e le foto le ho "rubate" dal suo instagram:P)

Allora iniziamo, presentati:
Allora eccomi con le domande, cercherò di esser il più possibile stringata, anche se come ormai saprai non ho il dono della sintesi. Mi chiamo Silvia Negretti e vivo a Roma(io ormai sono innamorata di questa meravigliosa città e ora che so che abiti in un complesso tipo Merlose Place prima o poi mi autoinvito a casa tua per nuotare:P), ho un’infinità di hobbies, quindi citerò solo quelli che pratico più frequentemente: sport, disegno (ho una laurea in fashion design ed anche fatto dei lavoro come illustratrice di moda per alcune riviste)-trovo che sia un lavoro fighissimo-, viaggi, fotografia, lettura, danza, shopping (ovviamente ^^), una passione per animali, f…