Passa ai contenuti principali

THE DRESSING ROOM

L'altro giorno sono andata al centro commerciale perchè la mia amica Samantha faceva delle promozioni e io ero stata richiesta per farle un paio di foto da spedire alla sua agenzia, ora io ho deciso che fino a fine Agosto non devo comprare abiti nuovi ma ciò non mi impedisce di notare e di innamorarmi di un sacco di cose nelle varie vetrine...così ieri dopo aver fatto le foto, concessa una buonissima crema di caffè e letto l'ultimo numero di Turisti per caso (nonostante non vada in vacanza sto prendendo molti appunti per l'estate 2018) ho fatto un giro da H&M ed ho deciso di provare 4 vestiti, di foto ne ho fatte solo con 2 di cui poi me ne piaceva solo uno...fare window shopping non è vietato:P

Avevo scelto un vestito tipo anni 50 molto carino ma molto stretto sul seno, capisco che avere forme è bello ma sembrava mi dovessero esplodere da u momento all'altro, però il colore un carta da zucchero decorato con micro pois era molto carino, poi avevo scelto un abito metallizzato, al ginocchio con gonna a portafoglio...su di me era orrendo sembravo un maiale travestito da uovo di Pasqua luccicante, no no non esista che io esca on certi orrori indosso...

Poi decido d provare un abito fiorato su sfondo arancione e OH Signor che orrore, nonostante io sia curvy ho una forma a clessidra mica male, con questo vestito non solo nascondevo tutte le mie forme ma sembrava fossi la sorella gemella della Signora Armadio -scusate ma non riesco a ricordare il nome-della Bella & la Bestia
Seriamente su di me questo taglio non funziona, ma ho pensato che indossando dei leggings neri sotto e creando un punto vita con una cinta elastica il risultato potrebbe essere migliore di questo, anche perchè al posto di quest'abito così potrei indossare direttamente un sacco di patate e il risultato sarebbe uguale...mortificante per la mia femminilità

Poi avevo selezionato un abito dallo stile inconfondibile degli anni '90 sempre un vestito fiorato su fondo bianco perchè chi pensa cheil bianco sia vietato ad una donna curvy si sbaglia, tutto dipende dal tessuto e dal taglio del modello e il bello è che io mi ci vedevo prorprio bene con quest'abito, perfetto sia con le scarpe da ginnastica che con i tacchi...


Onestamente trovo sia un capo di buona qualità e un capo furbo da mettere in valigia infatti occupa poco spazio e si può indossare da mattina a sera cambiando solo qualche accessorio....ma visto che non potevo comprare nulla mi sono accontentata di provare....che poi mi sia innamorata di mezzo negozio e le vetrine si stanno riempiendo di cose assai belle anche per l'autunno è un'altra storia....

Commenti

Post popolari in questo blog

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

SILVIA'S INTERVIEW

E' da un pò che ci penso vorrei intervistare alcuni dei blogger che mi piacciono e quindi questa è la prima intervista di una piccola serie... Oggi facciamo due chiacchiere virtuali con Silvia di S in Fashion Avenue (in rosso i miei commenti e le foto le ho "rubate" dal suo instagram:P)

Allora iniziamo, presentati:
Allora eccomi con le domande, cercherò di esser il più possibile stringata, anche se come ormai saprai non ho il dono della sintesi. Mi chiamo Silvia Negretti e vivo a Roma(io ormai sono innamorata di questa meravigliosa città e ora che so che abiti in un complesso tipo Merlose Place prima o poi mi autoinvito a casa tua per nuotare:P), ho un’infinità di hobbies, quindi citerò solo quelli che pratico più frequentemente: sport, disegno (ho una laurea in fashion design ed anche fatto dei lavoro come illustratrice di moda per alcune riviste)-trovo che sia un lavoro fighissimo-, viaggi, fotografia, lettura, danza, shopping (ovviamente ^^), una passione per animali, f…

HAPPY MIND

Qualche mese fa entrando in libreria ho notato un sacco di libri dedicati allo stile "felice" del Nord Europa, ho voluto sfogliare un libro Hygge, ma ammetto di NON averlo voluto comprare anche perchè è già da un pò che ho deciso di voler guardare il bicchiere mezzo pieno ed ho fatto mia la frase " un sorriso costa meno dell'elettricità ma fa altrettanta luce"  ma volendo cercare sul web alla parola mindfulness ecco cosa si trova: Mindfulness è la traduzione di "sati" che in lingua pali, il linguaggio utilizzato dal Buddha per i suoi insegnamenti, significa essenzialmente consapevolezzaattenzione, attenzione sollecita. Queste qualità dell'essere possono venire coltivate attraverso la meditazione. Nella tradizione buddhista la samma sati (retta consapevolezza) è una delle vie del Nobile Ottuplice Sentiero, l'ultima delle Quattro Nobili Verità. La moderna mindfulness è una tecnica psicologica basata su questa e altre tradizioni meditative. Desc…