Passa ai contenuti principali

FARMACI? MI PRENDO UN CAFFE'

Ieri mi è arrivato l'ultimo numero di Starbene e quando arrivano cose diverse dalle bollette da pagare è sempre un piacere, ancora di più se dopo aver parlato  con una tua collega che dice "ma il caffè fa male", trovi un articolo dal titolo "Farmaci? no grazie prendo un caffè"...prima cosa me lo sono letto da cima a fondo, seconda cosa ho fotografato e spedito l'articolo alla collega, terzo per chi non ha letto starbene copio l'articolo qui...(fonte Starbene n,27 del 20 giugno 2017)

"Il 40% degli europei inia la giornata con una tazzina di caffè. Ma a questo imprescindibile rituale sono legati falsi miti sui suoi effetti collaterali. Come per esempio, la credenza che faccia male al cuore <<si era diffusa molto probabilmente, in seguito ai primi studi europei sul tema, condotti in Scandinavia, dove però la preparazione è diversa rispetto alla nostra: la polvere si fa bollire in acua e non viene filtrata. Questo comporta il rilascio di sostanze ipercolesterolemizzanti che, nel tempo, hanno alimentato la convinzione che potesse far male al cuore>> spiega Andrea Poli, direttore scientifico di Nutrition foundation of Italy. Fortunatamente la ricerca scientifica ha posto questa bevanda sotto una nuova luce, contribuendo a evidenziarne i benefici.

Tutto merito dei polifenoli- Secondo i dati dell'Institute for scientific information on coffee, diffusiin Italia dal Consorzio promozione caffè, la maggior parte dei consumatori abituali, per esempio, non sa che il caffè può ridurre del 25% il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 e del 27% quello di ammalarsi di ALzheimer. <<inoltre numerosi studi epidemiologici suggeriscono un'associazione tra consumo e diminuzione del rischio cardiovascolare. Berne moderatamente tutti i giorni avrebbe effetti protettivi>> continua il nostro esperto. <<I vantaggi per la salute sono legati alle proprietà antiradicali liberi e antiossidanti dei polifenoli contenuti nei chicchi. In parte si sprigionano con la torrefazone, con importanti effetti protettivi su organi e tessuti.

Via libera anche alla caffeina-Le ricerche più recenti si sono concentrate, in particolare, sulla caffeina. L'Institute for immunity, transplanation snd infection della Standford University in California (USA) ne ha evidenziato la capacità di bloccare l proteina IL-1-beta, che causa processi infiammatori; la società di andrologia ha dimostrato che stimola attraverso un particolare processo chimico, il tessuto erettile e agisce come una sorta di viagra naturale tanto da ridurre fino a un terzo il rischio di disfunzione; infine gli scienziati del Boston  children's hospital hanno dimostrato come sia efficace contro il dolore cronico perchè consente l'afflusso di dopamina al centro del cervello, alleviando così la sensazione di malessere.

Attenzione però alle quantità- Gli effetti positivi naturalmente dipendono dalle quantità consumate. Dopo aver esaminato più di 740 studi, gli scienziati di Life sciences institute(Usa) hanno stabilito che fino a 4 tazzine al giorno non ci sono rischi . <<Il limite da non superare per evitare controindicazioni è 300 mg di caffeina al giorno>> precisa Poli. <<Considerato che l'espresso del bar ne contiene circa 75 e il caffè della moka 80, ecco che non è consigliabile superare le dosi quotidiane consigliate dalla ricerca. Oltre potrebbe esserci un rischio legato al consumo eccessivo di caffeina, che può comprendere, specie in chi non è abituato alla bevanda, tachicardia nervosismo, difficoltà ad addormentarsi o una cattiva qualità del sonno>>.

Preparalo così- La mattina è il momento ideale per assumere caffè, ma non appena svegli. I neuroscienziati della University of healt sciences del Maryland (USA) hanno stabilito che l'ora idele è tra le 9.30 e le 11.30, quando i livelli di cortisolo, l'ormone che ci tiene svegli, cominciano a calare. Prima, quando a causa della luce del giorno sono al massimo livello, la caffeina non avrebbe un effetto forte e indurrebbe l'organismo ad assuefarsi, portandoci poi ad esagerare con le tazzine. Per assicurarsi gli effetti benefici ei polifenoli, poi, è necessario che il caffè sia ben fatto.<<Quello della moka è spesso vittima della fretta>> afferma Luigi Odello, presidente dell'Instituo internazionale assaggiatori di caffè e segretario generale dell'Instituo nazionale espresso. <<La fiamma troppo elevata che lambisce le pareti della caffettiera altera il caffè. Spesso poi non si fa attenzione sl giusto livello di acqua e si pressa la polvere, ottenendo un alimento di scarsa qualità. Per chi usa macchinette con cialde o capsule il problema è la presenza di scorie quando si tiene premuto il pulsante di erogazione per tempi eccessivi. Se si vuole un caffè lungo, meglio fare un normale espresso e aggiungere acqua calda, lo stesso al bar>>. Qui per accorgersi che un caffè sia ben fatto c'è un trucco:<<calcolare il tempo che passa tra quando il barista aziona la macchina a quando temina l'operazione e poi vedere quanto liquido c'è nella tazzina: vige la regola di circa 25"per 25mm>> conclude Odello.

Ora io sono pienamente d'accordo sul non bere troppi caffè, infatti anche nei periodi di lavoro intenso mi limito...ma vorrei dire ad Odello che si è vero che si può calcolare il tempo ma a volte ci sono fattori esterni come l'umidità, cambio di tempo che incidono sulla tempistica di erogazione di caffè dalla macchina, ultimamente mi è capitato di dover aspettare dieci minuti per un cappuccino poichè il livello di acqua era basso...poi io il caffè allungato con l'acqua non te lo bevo, mi fa schifo...già non riesco a capire quelli che ordinano il caffè americano essendo italiani e quindi devo preparare la tazza di cappuccino riempire fin poco sotto la metà  (e credo che uno possa valere per 4 caffè) e poi il bricco con l'acqua calda..ditemi quello che volete ma a me il caffè americano fa proprio schifo, cioè parli con una che ha girato una settimana a Lione per trovare un caffè decente (alla fine ho trovato un caffè Illy che non ho più abbandonato fino al termine della vacanza)....poi sul fatto di non assumere il caffè appena svegli sono in accordo e disaccordo allo stesso tempo, io se non bevo il caffè la mattina non so neanche chi sono però visto che nei giorni in cui non lavoro mi sveglio verso le 9 e mi stiracchio un pò prima credo vada bene,se devo essere al lavoro per le 6.30/7 faccio colazione direttamente al lavoro, però non toccatemi la mia tazzina di caffè mattutina.. ma la cosa migliore è stata la risposta della collega "credo avessi ragione tu"....Caffè Mon amour

Commenti

  1. Che bello questo post dedicato al caffè e alle sue proprietà, so scegliere il caffè buono perché non molto tempo fa ho seguito un corso sul caffè e l'arte di farlo
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amo il caffè e ne faccio un uso quotidiano e moderato ...bello e interessante il corso sul caffè piacerebbe frequentarne uno anche a me

      Elimina
    2. Io amo il caffè e ne faccio un uso quotidiano e moderato ...bello e interessante il corso sul caffè piacerebbe frequentarne uno anche a me

      Elimina
  2. Capirai a star dietro a questi articoli diventi matta, ne escono di continuo e dicono tutto ed il contrario di tutto: la frutta con la buccia sì, la frutta con la buccia no, la carne sì la carne no, il vino sì il vino no, l'acqua sì l'acqua no... In pratica dovremmo esser tutti morti qualunque cosa facciamo! Ma ti pare?XD
    Secondo me ogni cosa fatta con moderazione fa bene, così come ogni cosa portata all'estremo fa male. Quanto al caffè, come sai io non lo bevo perchè non mi piace, ma mia mamma ne beve 3-4 (esclusivamente espressi con la moka) al giorno, da sempre, e non ha mai avuto problemi! Si è persino comprata una moka elettrica per portarla in viaggio (dopo un'esperienza simile alla tua ma in Provenza), semmai il il problema sta in questa sua "dipendenza" che ci ha fatto girare per anni. in ogni viaggio,alla ricerca di un'espresso! XD
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente si a star dietro a tutto si impazzisce r si tutto con moderazione è il giusto compromesso. Ora te non bevi caffè io lo giuro ci ho provato a bere quella brodaglia marrone che spacciavano per caffè ma niente faceva troppo schifo. Quindi tua mamma ha fatto benissimo 😊

      Elimina
  3. I freaking love coffee so I really enjoyed this post! I probably drink more than is recommended but it can be tough. It's so easy to drink 2-3 cups in the morning and then I struggle to not have any in the afternoon.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I love Coffee too some days I am good and drink only Two cups otterrà time I drink a lot more....but it is essential need

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

VALERIO'S INTERVIEW

Era da un pò che mi frullava in testa l'idea di intervistare amici di blog e amici di altri campi e, tenere queste interviste almeno una volta al mese. Ho iniziato con Silvia (la sua intervista qui) ed ora è il turno di Valerio, ragazzo affascinante e simpatico (dico io) con qualche capello bianco (dice lui), ora noi è da Febbraio che proviamo a organizzarci per un caffè ma ancora non ci siamo riusciti, così se all'inizio pensavo di fare questa intervista di fronte ad una tazza di caffè reale, per ora ce lo prendiamo virtualmente...Valerio è stato carinissimo e disponibile, nonostante i suoi miliardi di impegni...ovviamente in rosso i miei commenti
Iniziamo con l'intervista:
Presentati (nome, data di nascita, professione,studi passioni, hobbies) Mi chiamo Valerio Chibbaro, nato a Roma il 08/08/1982 e tra poco compirò ben 35 anni.  Quindi mi tocca farti un regalo che ti darò ...uhm...boh...a Natale?Dai dai che l'uomo acquista in fascino con età e capelli grigi, George Clone…

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

BABALUCCIA'S INTERVIEW

Continuo con la mia serie di interviste ad amici di blog, ho iniziato con l'intervista di Silvia per poi passare a Valerio ed ora mi oriento nuovamente sulla moda intervistando Babaluccia. ho scoperto il suo blog da un commento su un altro mi era piaciuto il nome e sono andata a spulciare poi le ho spedito una email con la proposta dell'intervista e lei è stata carinissima, ecco qui il risultato -ovviamente le foto le ho copiate dal suo blog-ieri lo ho riletto e mi sembrava mancasse qualcosa, ovvero i miei commenti accanto(in rosso):P quindi ho modificato il post spero vi piaccia:D
Presentati ai lettori

Ciao sono Babaluccia una donna italiana con la moda nelle vene , anche se a questa mia debolezza sono riuscita a dedicarmi solo nella seconda parte della mia vita dopo aver lasciato un lavoro da imprenditrice e aver trovato un pò di leggerezza nella mia vita impegnata e soffocata. La moda e tutto ciò che la circonda è un espressione artistica che ha bisogno di un’anima libera per…