Passa ai contenuti principali

MINDFULNESS EATING

Ieri sera ero prima al Mojito Party al bar del mio amico ALe con la mia amica Sammy, con la quale abbiamo deciso di regalarci una cena All you can eat nel ristorante orientale vicino casa e tra un bicchiere e un altro ci siamo messe a parlare di vacanze (al momento solo in fase di progettazione mentale) e costume ed ovviamente parlando di costumi ci siamo messe a parlare di come la maggior parte delle persone , anche quelle senza centimetri di grasso in più inizino ora le varie diete per essere perfette alla prova costume...quindi visto che si parla tanto di diete e di potere della mente parliamo un pò di Mindfulness Eating e riporto i consigli che erano nel penultimo numero di F...ovviamente condite con i miei punti di vista, ma se volete potete anche comprare il libro: " Il libro del giusto peso per sempre" Ed. Sperling & Kupfer Pickwick-€9,90.
gelato al thè verde

Quindi cosa fare per programmare una mente in senso magro?:

  • Mangia appena senti fame- allora io quando ho fame come prima cosa bevo, sai quante volte lo stomaco brontola e in realtà è fame fasulla, quindi prima bevi un bicchiere d'acqua poi se dopo 5 minuti hai fame ok puoi sgranocchiare qualcosa la tua è fame vera.
  • Mangia ciò che vuoi, ma in dose moderate- Verissimo, quando si fanno diete punitive che vietano certi cibi, alla fine siamo concentrati su ciò che non possiamo avere, ma concedersi tutto in piccole quantità è la giusta soluzione, certo se sei intollerante certi cibi non puoi mangiarli ma in commercio si trovano un sacco di sostituti buonissimi
  • Lascia qualcosa nel piatto. L'articolo dice che all'inizio del percorso è obbligatorio: tassativo per chi è abituato a finire tutto, indispensabile il "potere" di scartare qualcosa e il senso di libertà che ne deriva. Di solito questo traguardo si raggiunge in un paio di settimane e raggiunto questo traguardo si può optare per porzioni più piccole. ALT se io vado a cena fuori e pago io il piatto lo ripulisco per scelta e non lascio bottiglie a metà sono contro lo spreco, provaci tu poi a lasciare un piatto pieno dal cinese, loro ti fanno la multa...al massimo ti lascio il bordo della pizza e solo se è sbruciacchiato (lascia un cattivo retrogusto amaro) ma per il resto ordinare poche cose che ti piacciono...
  • Posa la forchetta dopo ogni boccone: Aiuta a rallentare i ritmi e permette allo stomaco di dilatarsi con i tempi giusti e di far arrivare il senso di sazietà al cervello...forse dovrei consigliarlo a mio fratello che mangia molto velocemente mentre io sono lenta mastico molto poichè la prima digestione avviene in bocca e mangiare lentamente permette di assaporare il cibo realmente
  • Ascolta il tuo corpo ogni giorno di più:  Se lo stomaco urla che è sazio, nonostante ci sia un dolce ammiccante in tavola, dagli retta. Se hai spesso mal di testa o mal di schiena ( o entrambi), prova a rivedere il tuo stile di vita, chiediti se fai abbastanza esercizio, se bevi abbastanza acqua, se è il caso consulta un medico. Concordo, non sono una supersportiva, ammiro chi lo è, ma io cerco di muovermi il più possibile, anche andare al supermercato a piedi e portare le buste della spesa vale come esercizio, ma a piccoli passi si può fare tutto...
  • Assapora ogni boccone: Sai perchè è importantate masticare lentamente? Perchè al nostro stomaco il senso di sazietà arriva dopo una ventina di minuti, quindi assaporare lentamente aiuta ad assaporare realmente il cibo
  • Se hai il dubbio di essere sazio fermati, metti il resto in frigo e prosegui con le tue attività, se dopo mezz'ora sentirai fame potrai mangiare ancora qualcosa per mantenere la tua energia costante...ovviamente ciò porta ad una programmazione salutare dei pasti, con il tempo imparerai a capire quando la tua è fame vera o solo una semplice voglia

Ovviamente per seguire questi consigli super utili direi che è necessario fare una spesa intelligente:

  • Leggere l'etichetta: ci provo ma lo ammetto questo è ancora un work in progress, credo gli unici che siano super ligi in questo sono i vegani ( ed hanno la mia ammirazione)
  • Conservare nel modo giusto, magari cucini per tutta la settimana e poi sporzioni, il giusto metodo di conservazione aiuta a limitare gli sprechi.
  • Non fidarsi delle apparenze: a volte il marketing ed un packaging accattivante ci inducono a scelte che poi si rivelano pessime cerca di leggere gli ingredienti e capire quanta percentuale c'è e se il gioco vale la candela
  • Controllare le offerte speciali: sono realmente convenienti se devi usare quei prodotti o per materiale non deteriorabile ( carta igienica, rotolo da cucina & co), ci sono anche diverse app che aiutano a risparmiare, Poi non disdegnare il marchio del supermercato, spesso hanno lo stesso sapore di quelli di marca e costano meno
  • Guardare i prodotti in alto: Qui c'è poco da dre i prodotti con i prezzi più elevati sono ad altezza occhi, quindi conviene dare uno sguardo sia ai piani bassi che a quelli più alti
  • Controllare il costo al chilo ( o al litro): a volte un sacco da 1 chilo di mele costa meno che comprarle sfuse, E' vero che il nostro sta diventando un paese di single zitelle, scapoloni ( chiamateli come vi pare) ma spesso le mini dosi sono molto più costose e in più hanno imballaggi con una quantità maggiore da smaltire...Ovviamente conviene fare ciò dopo che si è mangiato a stomaco pieno si ragiona molto meglio e poi un occhio alla stagionalità dei prodotti aiuta anche a risparmiare un pò...un occhio al portafogli, uno all'ambiente e una mano alla linea!!!

E che la forza del pensiero positivo sia con voi! 

Commenti

  1. Tutti ottimi ed utili consigli! Anche se a dire il vero secondo me per la maggior parte dovrebbero esser abbastanza scontati: insomma io mangio quando ho fame e solo finchè ho fame e se non ho tempo per magiare con calma qualcosa mi prendo qualcosa che si possa mangiare più rapidamente piuttosto che divorare di corsa tutto, mi capita davvero di rado di alzarmi da tavola troppo piena ( anche perchè poi mi viene la sonnolenza e dover fare le cose mezza assonnata è una fatica che non vale assolutamente la pena), e questo l'ho fatto da sempre, non per dieta o simili, è proprio l' abitudine normale di famiglia...
    E sì, io sono pure una di quelli che lascia quasi sempre il cibo nel piatto al ristorante ( a casa no perchè mi faccio le porzioni giuste): è vero che l'ho pagato quel cibo ma se lo mangio e non mi va mi farebbe più male che bene, quindi sarebbero comunque soldi buttati, ti pare?
    Ho trovto invece molto utili i consigli sulla spesa, spesso per la fretta e la poca voglia di starci a perder tempo uno si lascia abbindolare da tutti quei trucchi che si portebbero benissimo evitare, risparmiando! :)
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo ammetto io non esagero con le Porzioni ma al ristorante non lascio per principio. ..però ordino il giusto. Anche secondo me sono regole di base ma a quanto pare ogni volta che sono a cena con le mie amiche scopro che non ci sono certezze

      Elimina
  2. I struggle with throwing things away and typically DO eat everything on my plate! I don't like to waste things, but perhaps it is a waste if it's not benefiting your body and is instead a mental game of "I need to finish this."

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

VALERIO'S INTERVIEW

Era da un pò che mi frullava in testa l'idea di intervistare amici di blog e amici di altri campi e, tenere queste interviste almeno una volta al mese. Ho iniziato con Silvia (la sua intervista qui) ed ora è il turno di Valerio, ragazzo affascinante e simpatico (dico io) con qualche capello bianco (dice lui), ora noi è da Febbraio che proviamo a organizzarci per un caffè ma ancora non ci siamo riusciti, così se all'inizio pensavo di fare questa intervista di fronte ad una tazza di caffè reale, per ora ce lo prendiamo virtualmente...Valerio è stato carinissimo e disponibile, nonostante i suoi miliardi di impegni...ovviamente in rosso i miei commenti
Iniziamo con l'intervista:
Presentati (nome, data di nascita, professione,studi passioni, hobbies) Mi chiamo Valerio Chibbaro, nato a Roma il 08/08/1982 e tra poco compirò ben 35 anni.  Quindi mi tocca farti un regalo che ti darò ...uhm...boh...a Natale?Dai dai che l'uomo acquista in fascino con età e capelli grigi, George Clone…

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

INTERVIEW: UN GIOIELLO DI RAGAZZO

Sto preparando diverse interviste per il blog, di amici e persone che ho trovato interessanti ed ho voluto approfondire la conoscenza, perchè ammettiamolo spesso anche se non ci si conosce personalmente attraverso commenti su commenti si scoprono un sacco di affinità...ora mi sto concentrando su lavori e scelte di vita (se non avete letto l'intervista di Lucia fatelo ora cliccando QUI ) particolari...ad esempio questa intervista è nata a forza di guardare le sue creazioni...oh son pur sempre donna e mi piacciono le cose belle in più ho una passione per gli anelli e Paco fa creazioni bellissime...della serie io sbavo ad ogni singola foto nuova e devo decidere cosa auto-regalarmi per Natale...un ragazzo giovane di grande talento e secondo me pure simpatico, pur non conoscendolo personalmente la sua faccia mi ispira simpatia...allora gli ho spedito una email o meglio una serie di domande tramite FB e vi giuro solo nel leggere le risposte ho sorriso tantissimo...ovviamente in rosso tr…