Passa ai contenuti principali

CURVY FASHION (R)EVOLUTION

Se fai parte del club delle curvy dalla nascita come me, sicuramente ti è capitato di entrare in negozi dove le commesse magrissime ti guardavano con uno sguardo semi derisorio del tipo "ma questa che c'entra qui dentro?"...e si da piccolina sognavo di diventare altissima e magra...ma i miei riferimenti erano Cindy Crawford &co, ovvero alte, magre ma con le curve, mi è capitato di entrare in un negozio taglie forti con la commessa scheletrica (parliamone tu proprietario devi invitare una morbida ad entrare nel tuo negozio e ti assicuro che una gruccia umana vestita non invita per niente)...e poi finalmente dopo che il mio corpo si è definito e io ho imparato ad amarmi realmente-ok ad essere onesti al 100% qualcosa la cambierei/migliorerei ma io mi piaccio e alle mie curve ci tengo ...mi definisco curvy ma healty...e il bello è che le analisi lo provano pure:D

Comunque finalmente da qualche anno è facile trovare abiti anche per le curvy ed io sono una 46, le commesse non ti guardano più schifate e sia nelle riviste di moda, nei vari blog e in tv è facile vedere donne vere...

E' vero che ci sono abiti veramente amici per le curvy come un abito dal taglio anni 50, i pantaloi con le pinces, ma è anche vero che si deve tener conto dei gusti personali e non è difficile trovare bei modelli colorati o bianchi adatti alle curvy...

Qualche giorno fa avevo il pomeriggio libro così dopo le varie commissioni mi sono seduta comodamente in poltrona per guardare un pò di tv ed ho trovato irresistibile la sitcom Mike &Molly con l'attrice Melissa McCarthy che trovavo super simpatica già ai tempi di una mamma per amica...Ecco lei è una bellissima donna morbida e qualche anno fa non è riuscita a trovare uno stilista che la vestisse per i Golden Globe, così ha avviato una sua linea di moda plus size ed io trovo molti dei suoi modelli molto carini...

Poi chi lo ha detto che le curvy non possono indossare colori e fantasie?

Commenti

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Ma certo oramai esistono capi bellissimi anche per le curvy anzi trovo siano capi più curati e più preziosi
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' mvero che il nero sta ben su tutto ma fino a qualche fa una donna sopra la 44 poteva vestirsi di nero con abiti orrendi, ora anche le grandi maisons stanno aprendo gli orizzonti...e meno male:D

      Elimina
  3. per fortuna davvero ora si trovano di tutte le taglie.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si fortunatamente ora più o meno tutti i brand hanno taglie umane....e i modelli sono belli e colorati...non che io abbia nulla contro il nero ma una ampia scelta di colori e modelli è sempre gradita!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

SILVIA'S INTERVIEW

E' da un pò che ci penso vorrei intervistare alcuni dei blogger che mi piacciono e quindi questa è la prima intervista di una piccola serie... Oggi facciamo due chiacchiere virtuali con Silvia di S in Fashion Avenue (in rosso i miei commenti e le foto le ho "rubate" dal suo instagram:P)

Allora iniziamo, presentati:
Allora eccomi con le domande, cercherò di esser il più possibile stringata, anche se come ormai saprai non ho il dono della sintesi. Mi chiamo Silvia Negretti e vivo a Roma(io ormai sono innamorata di questa meravigliosa città e ora che so che abiti in un complesso tipo Merlose Place prima o poi mi autoinvito a casa tua per nuotare:P), ho un’infinità di hobbies, quindi citerò solo quelli che pratico più frequentemente: sport, disegno (ho una laurea in fashion design ed anche fatto dei lavoro come illustratrice di moda per alcune riviste)-trovo che sia un lavoro fighissimo-, viaggi, fotografia, lettura, danza, shopping (ovviamente ^^), una passione per animali, f…

HAPPY MIND

Qualche mese fa entrando in libreria ho notato un sacco di libri dedicati allo stile "felice" del Nord Europa, ho voluto sfogliare un libro Hygge, ma ammetto di NON averlo voluto comprare anche perchè è già da un pò che ho deciso di voler guardare il bicchiere mezzo pieno ed ho fatto mia la frase " un sorriso costa meno dell'elettricità ma fa altrettanta luce"  ma volendo cercare sul web alla parola mindfulness ecco cosa si trova: Mindfulness è la traduzione di "sati" che in lingua pali, il linguaggio utilizzato dal Buddha per i suoi insegnamenti, significa essenzialmente consapevolezzaattenzione, attenzione sollecita. Queste qualità dell'essere possono venire coltivate attraverso la meditazione. Nella tradizione buddhista la samma sati (retta consapevolezza) è una delle vie del Nobile Ottuplice Sentiero, l'ultima delle Quattro Nobili Verità. La moderna mindfulness è una tecnica psicologica basata su questa e altre tradizioni meditative. Desc…