Passa ai contenuti principali

CAFFE': COMPORTAMENTI DI GENERE

Volevo pubblicare questo post ieri, ma viste le scosse lo ho evitato, nonostante tutto io sono tranquilla, sarà che ho la fede che mi protegge ma tranquilla. Comunque anche se spero che Norcia e le varie popolazioni colpite dal terremoto possano tornare ad una vita normale, anche perchè diciamolo pure è una situazione seriamente stancante ma,  per ora noi parliamo di altro ...

L'altro giorno io avevo il pomeriggio libero così ci siamo incontrate con la mia amica Samantha per fare il regalo di gruppo alla nostra amica Claudia, alla quale fare un regalo carino è impossibile (ed è lei stessa a dirlo), comunque unendo le menti e grazie a Roby che ha indagato alla fine con il nostro budget le abbiamo fatto un gran bel regalo, speriamo le piaccia...comunque fare shopping è stancante, è bello ma anche faticoso, così dopo la sessione di shopping, io e Sammy ci siamo prese una pausa, siamo entrate in un bar abbiamo salutato e chiesto se "per favore potevamo sederci di là", abbiamo ordinato e detto grazie e arrivederci quando siamo uscite dal locale.

Sia io che Sammy abbiamo lavorato nei bar ed io continuo a farlo ogni tanto nei weekend con i tornei sportivi, ed abbiamo iniziato a parlare di vari comportamenti maleducati di alcuni clienti, ad esempio Samantha aveva terminato di fare spesa nel centro commerciale vicino casa nostra e stava bevendo il suo cappuccino, ad un certo punto una signora di una certa età la spinge per far vedere lo scontrino ed ordinare...una spallata,  due spallate... bhè alla terza volta Samantha si è girata e le ha chiesto se voleva il suo cappuccino, ecco la signora è stata un secondo in silenzio, ha ritirato la mano con lo scontrino e si è spostata nella parte di bancone che era già libero da prima. Ora la barista che ha assistito alla scena ha sorriso e basta poichè il cliente ha sempre ragione(ed in questo caso entrambe anche se il buon senso dovrebbe prevalere sempre), Samantha si è goduta il cappuccio in pace e forse la signora non ripeterà questo comportamento maleducato...

Io una cosa che non sopporto nei clienti è quando te stai facendoil caffè alla macchina, non hai la visuale aperta e inizi a sentir tintinnare la moneta sul bancone, a-c'è una cassa e dovresti fare lo scontrino prima,b-con la macchina con tutti i bracci impegnati non posso creare dal nulla la tua ordinazione 3- se ordini qualcosa e c'è molta gente stai attento alla tua ordinazione, nel weekend scorso molti si sono fatti soffiare le loro ordinazioni per disattenzione ma se io sono in cucina non posso vedere chi prende quindi per favore stai attento 4- tranquillo che arrivo subito e di solito mi fai pure i complimenti per il caffè...sarà che a me hanno insegnato a fare la fila aspettare, chiedere per favore e dire grazie e arrivederci,

Sarà che sono anni che lavoro dietro il bancone quindi anche da cliente cerco di rompere le scatole il meno possibile, ma lo ammetto ormai sono così dentro certi ambienti che ho deciso che una parte dei risparmi di quest'anno sarà dedicata ad un corso di latte art(rimango sempre piacevolmente impressionata dalle decorazioni sul cappuccino, sono vere e proprie opere d'arte), -ho acquistato un libro "Aprire e gestire unbar" per un progetto personale che mi piacerebbe tanto realizzare nei prossimi 5/7 anni(nella mia mente il progetto è ben definito ma mancano ancora le risprse finanziarie, sulle quali sto lavorando", al momento sto studiando e iniziando a prendere nota su tutte le informazioni utili:D- ma molti clienti pensano che tutto sia dovut e la maleducazione impera, ora è vero che il cliente ha sempre ragione ma fidati un per favore, un grazie ed un sorriso aprono molte porte!!!


Commenti

  1. Purtroppo la maleducazione è imperante ovunque, in qualunque ambiente e a qualunque livello, ho amiche che lavorano come commesse da Valentino e da Fendi e si lamentano di continuo pure loro della maleducazione e dell'arroganza delle clienti...
    Che poi se vai a fare shoppung non hai nemmeno la scusante dell fretta o dello stress, insomma tu sti diverti ma loro lavorano!
    Personalmente cerco sempre di esser gentile ed educata con tutti ma tanto più con commesse e cameriere perchè immagino quanto debbano sopportare ogni giorno...
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue amiche le comprendo e purtroppo visto ch eil cliente ha sempre ragione devi abbozzare ma è giusto il comportamento educato che abbiamo noi.:D

      Elimina
  2. Anche io ho fatto la mia esperienza in un bar e un paio di ristoranti.. ti capisco benissimo!
    Fabrizia - Cosa Mi Metto???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che ci ci lavora o ci ha lavorato è sempre un pò più genitle e lo vedo come quando vado ogni tanto in un bar e la barista mi sorride e scambiamo due chiacchiere, srà che un'educazione ce l'hanno data e sta a noi saperla usare!!!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

SILVIA'S INTERVIEW

E' da un pò che ci penso vorrei intervistare alcuni dei blogger che mi piacciono e quindi questa è la prima intervista di una piccola serie... Oggi facciamo due chiacchiere virtuali con Silvia di S in Fashion Avenue (in rosso i miei commenti e le foto le ho "rubate" dal suo instagram:P)

Allora iniziamo, presentati:
Allora eccomi con le domande, cercherò di esser il più possibile stringata, anche se come ormai saprai non ho il dono della sintesi. Mi chiamo Silvia Negretti e vivo a Roma(io ormai sono innamorata di questa meravigliosa città e ora che so che abiti in un complesso tipo Merlose Place prima o poi mi autoinvito a casa tua per nuotare:P), ho un’infinità di hobbies, quindi citerò solo quelli che pratico più frequentemente: sport, disegno (ho una laurea in fashion design ed anche fatto dei lavoro come illustratrice di moda per alcune riviste)-trovo che sia un lavoro fighissimo-, viaggi, fotografia, lettura, danza, shopping (ovviamente ^^), una passione per animali, f…

HAPPY MIND

Qualche mese fa entrando in libreria ho notato un sacco di libri dedicati allo stile "felice" del Nord Europa, ho voluto sfogliare un libro Hygge, ma ammetto di NON averlo voluto comprare anche perchè è già da un pò che ho deciso di voler guardare il bicchiere mezzo pieno ed ho fatto mia la frase " un sorriso costa meno dell'elettricità ma fa altrettanta luce"  ma volendo cercare sul web alla parola mindfulness ecco cosa si trova: Mindfulness è la traduzione di "sati" che in lingua pali, il linguaggio utilizzato dal Buddha per i suoi insegnamenti, significa essenzialmente consapevolezzaattenzione, attenzione sollecita. Queste qualità dell'essere possono venire coltivate attraverso la meditazione. Nella tradizione buddhista la samma sati (retta consapevolezza) è una delle vie del Nobile Ottuplice Sentiero, l'ultima delle Quattro Nobili Verità. La moderna mindfulness è una tecnica psicologica basata su questa e altre tradizioni meditative. Desc…