Passa ai contenuti principali

REALTOR'S DIARY (in italian)



Tutta vita reale e vissuta personalmente,quindi se qualcuno si sente offeso mi dispiace maio devo pur scaricarmi in qualche modo



Giorno 2
Se la zona che ti hanno dato è abbastanza vicina all’ufficio , puoi decidere di andare a fare la Zona a piedi, ciò significa caricarsi di quaderno, penna, agenda (dotazione base di ogni agente immobiliare e di ogni donna, ma noi siamo super multi-tasking) volantini, biglietti da vista, bottiglietta d’acqua e ci si incammina …si effettivamente a volte si è tipo uno sharpay in partenza per la scalata dell’Everest… Ma l’esercizio fisico fa bene e trasportare dosi massicce di volantini aiuta i muscoli e in estate anche l’abbronzatura.
Ora se si è fortunati da riuscire ad entrare nel palazzo/edificio dove sospettiamo ciano appartamenti vuoti, raggiungiamo l’ultimo piano e scendiamo, sarebbe da suonare ogni campanello ma alle 9.30 di mattina io mi rifiuto categoricamente di farlo!, quindi decido di segnarmi i nomi e ci puoi rimettere l’orologio c’è sempre qualcuno che pensa che stai studiando il terreno per rubare, ma 1- in pieno giorno e nel quartiere in cui vivo? 2- non ho più l’età per pensare ad una carriera del genere 3) ringraziate che non vi scasso la minchia alle 8 di mattina suonando il campanello
Qualche giorno fa sono andata con il mio responsabile a vedere un attico in una zona carina, appartamento carino, vendibilissimo, gusto del proprietario particolare, facciamo le foto gli spieghiamo come lavoriamo e lui se ne esce fuori con la frase “no perché io non ho alcuna intenzione di pagare l’agenzia” cioè io dopo un mese di corteggiamento telefonico vengo e tu mi dici che non vuoi pagarmi? A- io non lavoro per la gloria e basta ci devo guadagnare qualcosa b- i soldi me li dai solo se la vendita va a buon fine…a volte penso che la carriera del ladro mi avrebbe dato più soddisfazioni …. Comunque i padroni di casa ti riservano certe sorprese che questo lavoro lo faresti pure gratis se non avessi bollette da pagare….
Altra cosa che uno dovrebbe spiegare ai padroni di casa, vado a vedere una graziosa casetta in un piccolo paesino di montagna, chiedo da quanto tempo è che stanno vendendo e se ci hanno lavorato o stanno lavorando altre agenzie e che accordi avevano preso in merito. Quando un proprietario di casa ti dice 0 commissione o stai zitto o dici la realtà, l’agenzia guadagna in base alle commissioni sulle compravendite e affitti ma se l’agente ti dice si Ok allo 0 commissione sappi che sta mentendo sapendo di mentire, un’agenzia lo tiene nel faldone ma in realtà non ci lavora e non lo propone in quanto sa che non ci guadagnerà nulla. Cosa Fare in questi casi? Il mio sistema è semplice dire sempre la realtà, ovvero che allo 0 non ci lavoriamo, in base alla cifra di compravendita prendiamo un tot ma solo se la vendita va a buon fine. 

Giorno 3

E poi si dice che studiare serve, poi arriva lei Gemma,la collega stronza che ti fa sentire una merda perché lei fattura tutti i i giorni e dice pure cialtronerie di ogni tipo per telefono ed il bello è che le danno tutti retta, io sinceramente da una che mi dice “un po’ SUI GENESIS” non ci prenderei nulla!
Ma si limitassero a questi gli ORRORI grammaticali, continuano e se tu sei in un momento down del tuo lavoro, prendi e ti segni questi orrori per riderci un po’ su.
Comunque sei in ufficio devi fare le telefonate ai proprietari di casa, in alcuni casi per dare ottime notizie, in altri per aggiornarci un po’ sulla situazione e se il prezzo è troppo fuori mercato provare a diminuirlo un po’,  vorresti dedicarti solo a questo ma a volte vieni deconcentrato da musica tunz tunz o musica che non ti piace ( e che comunque gli auricolari servono a non rompere sugli altri), seguiti da una serie indicibile di sniff sniff e masticate a bocca a perte (ma certa gente un’educazione non l’ha ricevuta?)… il bello dici ok, una cosi sarà single e invece no, pare che un essere umano di specie maschile non solo abbia deciso di accoppiarsi con Gemma, ma che abbia deciso di conviverci.

Giorno 4

E’ un giorno tranquillo di quelli in cui fuori piove quindi di uscire dall’ufficio in cerca di case in vendita e/o in affitto non ci si pensa proprio, ti vesti anche un po’ più carina del solito ed ecco che arriva lei, Gemma, secca secca, capello corto, sguardo cattivo e tacchi alti con una gonnellina di pelle che le sta malissimo, ma lei se la tira così tanto che credo sia convinta del contrario. Ok la pace in ufficio è terminata, o vai nella stanzetta sietro o fai buon viso alla cara Gemma sgrammaticata.
 



Giorno 7


Ecco ci sono giornate in cui ti svegli già nervoso e la Grinch dell’immobiliare no fa niente per aiutarti, anzi ti innervosisce sempre di più, con il suo tirare su con il naso e masticare rumorosamente, ma da una persona che ha bisogno di primeggiare su tutto, deve riuscirci anche in maleducazione…

Capita che parli con i colleghi di clietni che non si sa bene cosa cercano e dove, bene, succede che lei si inserisce sempre mentre tu stai parlando concose che non c’entrano nulla, ma non va bene che lei nonsia al centro dell’attenzione e dopo un po’ esce fuori con “honoris causas”, tanto con il latino e lo spagnolo basta che metti una S e sei a cavallo!


Giorno 8


Il grinch del’immobiliare  è sempre meschino, anche sotto le feste natalizie, infatti se tutti i colleghi (grinch compreso)decidono di fare i turni sotto le festività natalizie, il grinch farà finta di non sapere nulla e al momento dello scambio dei regali vedi quanto il grinch sia anche subdolamente lecchino, infatti per te comune collega che per lui/lei non conti nulla avrai un regalo a cui farai un sorriso falsissimo e dirai grazie mentre per il grande capo e dirigenza regalo ben più costoso… se c’è una cena di lavoro il grinch non si siede vicino i colleghi, ma vicino la dirigenza.

Ti verrebbe voglia di strozzarlo il grinch quando fa questi giochetti e fa finta di non sapere nulla, ma si sa, a Natale si cerca di essere più buoni e soprassiedi o meglio io accantono perché so che prima o poi dirà qualcosa sudi me e davanti a me che io non riuscirò a trattenermi nell’esprimere TUTTO ciò che penso della grinch in questione., lavorativamente parlando, al di fuori non mi è dato sapere se il grinch ha o meno vita sociale, anche se a detta del nostro grinch ogni essere umano maschio ci prova con lei, poi se pagano sono ttimi imprenditori, mentre se si prendono la briga di chiedere di posticipare il pagamento, diventano imbecilli e epiteti di altro tipo. Penso che prima o poi qualche cliente entrerà mentre il grinch lo starà definendo in malo modo e io sarò li a godermi la reazione.


Giorno 9


Turni maledetti turni, a volte anche il tuo responsabile se ne esce fuori con certe idee che hanno dell’improponibile, tipo aprire l’ufficio un’ora prima perché il giorno prima lui era lì in pausa pranzo ed ha ricevuto tre telefonate, di cui due di persone che hanno visto la chiamata del mattino, allora si fanno i turni ed il grinch viene inserito,a nzi si sceglie i turni e il magico giorno in cui il grinch dovrebbe aprire l’ufficio, bhè non accade perché al grinch è concesso prendersi queste libertà, le stesse che si prende durante le riunioni per infangare gli altri colleghi e scoprire che poi il grinch non è così perfetto, peccato che il responsabile non lo noti o meglio secondo me fa finta di nulla perché vuoi o non vuoi il grinch fattura sempre. Quindi tenersi vicini gli amici e ancor di più i nemici.



Gastrite assicurata per le prossime settimane!!!

Commenti

Post popolari in questo blog

VALERIO'S INTERVIEW

Era da un pò che mi frullava in testa l'idea di intervistare amici di blog e amici di altri campi e, tenere queste interviste almeno una volta al mese. Ho iniziato con Silvia (la sua intervista qui) ed ora è il turno di Valerio, ragazzo affascinante e simpatico (dico io) con qualche capello bianco (dice lui), ora noi è da Febbraio che proviamo a organizzarci per un caffè ma ancora non ci siamo riusciti, così se all'inizio pensavo di fare questa intervista di fronte ad una tazza di caffè reale, per ora ce lo prendiamo virtualmente...Valerio è stato carinissimo e disponibile, nonostante i suoi miliardi di impegni...ovviamente in rosso i miei commenti
Iniziamo con l'intervista:
Presentati (nome, data di nascita, professione,studi passioni, hobbies) Mi chiamo Valerio Chibbaro, nato a Roma il 08/08/1982 e tra poco compirò ben 35 anni.  Quindi mi tocca farti un regalo che ti darò ...uhm...boh...a Natale?Dai dai che l'uomo acquista in fascino con età e capelli grigi, George Clone…

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

INTERVIEW: UN GIOIELLO DI RAGAZZO

Sto preparando diverse interviste per il blog, di amici e persone che ho trovato interessanti ed ho voluto approfondire la conoscenza, perchè ammettiamolo spesso anche se non ci si conosce personalmente attraverso commenti su commenti si scoprono un sacco di affinità...ora mi sto concentrando su lavori e scelte di vita (se non avete letto l'intervista di Lucia fatelo ora cliccando QUI ) particolari...ad esempio questa intervista è nata a forza di guardare le sue creazioni...oh son pur sempre donna e mi piacciono le cose belle in più ho una passione per gli anelli e Paco fa creazioni bellissime...della serie io sbavo ad ogni singola foto nuova e devo decidere cosa auto-regalarmi per Natale...un ragazzo giovane di grande talento e secondo me pure simpatico, pur non conoscendolo personalmente la sua faccia mi ispira simpatia...allora gli ho spedito una email o meglio una serie di domande tramite FB e vi giuro solo nel leggere le risposte ho sorriso tantissimo...ovviamente in rosso tr…