Passa ai contenuti principali

SI SALDI CHI PUO'

I saldi sono ufficialmente iniziati da un paio di giorni ed io che già programmo lo shopping in anticipo, durante i saldi vedo ma non compro perchè: non ho voglia di fare file chilometriche in cassa, il mio negozio preferito ha saldi e occasioni tutto l'anno, nel resto dei negozi già non trovo la mia taglia(46) nei periodi normali figuriamoci nel periodo dei saldi aka rimando a più in là.

Spulciando tra riviste di moda e blog un pò tutti consigliano i capi must da avere nell'armadio che sono più o meno gli stessi da anni (vedi il little black dress) ma alcune mode io non le capisco proprio.
Tutti a dire che i Chrismas jumper sono brutti, io li trovo deliziosi e non solo durante il periodo natalizio. Ho lasciato il cuore su un maglioncino da Alcott in via del corso a Roma, che...vabbè speriamo di ritrovarlo.



La moda è un cerchio qualcosa prima o poi torna e, ovviamente non parlo solo di cose belle, fino a qualche anno fa prendevo i piumini con colli di pelo ecologico, finchè non mi sono resa conto che la morbidezza di alcuni colli era tale e quale al pelo dei miei gatti (ARGH), così ho smesso di comprare anche pellicce ecologiche. Lo ammetto a me la pelliccia, vera o ecologica che sia non mi piace, anche se capisco ora vada di moda, io ...mi scusino gli addetti ai lavori....la trovo proprio brutta...discorso uguale per i jeans strappati non li compro, ma pare piacciano-oh i gusti sono gusti....ma vedere gente di una certa età agghindarsi copiando il look delle riviste senza pensare se sta bene al corpo o solo perchè "tanto è in saldo" mi fa venire un sorriso (e si a volte è molto ironico)

Ora nonostante io ami la moda, essendo curvy e fiera delle mie curve seleziono bene tutto ciò che compro durante l'anno seguendo delle semplici regole: il capo deve essere utilizzato più volte; si deve combinare bene con tutti gli indumenti esistenti nell'armadio, seguito solitamente da un ragionamento di un giorno...Ma un occhio alle riviste lo ho dato ed ecco cosa consigliano i vari articoli e fashion blogger:

-cappotto cammello/beige-un capo evergreen e lo ammetto io ne ho donato uno in beneficenza dopo 10 anni, ancora in ottimo stato
-i cruissards-che io li guardo e li ammiro ma a causa del mio polpaccio non esile ho proprio difficoltà a trovare stivali che vadano bene, al mondo curvy ci pensano in pochi e di solito sono anche molto esosi
-il chiodo- ecco questo è un capo bello e versatile, ci sono modelli low cost e modelli più costosi ma è un capo da tenere inconsiderazione
-il golf a collo alto-vabbè quest'anno vanno di moda, io con lupetti & co ci campo da una vita, altrimenti in inverno sarebbe un mal di gola costante


Questo mese ho deciso di non comprare nulla se non una maglietta nera a maniche lunghe, ma ovviamente non la compro ora cerco di fare shopping verso la fine del mese, probabilmente una giornata con le amiche a Roma, ma per ormai limito ad andare al centro commerciale vicino casa per: fare la spesa e prendermi un caffè/cappuccino al bar e se entriamo nei negozi ci limitiamo al window shopping... ma se proprio sentiste l'esigenza di fare shopping durante i saldi consiglio di andare :


  • durante la pausa pranzo che i negozi sono "quasi" deserti
  • nei negozi che si frequentano abitualmente, così si vede a colpo d'occhio se sono saldi veri o i negozianti hanno tirato fuori tutto quello che c'è nel magazzino
  • Controllare il prezzo prima e dopo lo sconto
  • comprare solo capi dicui si ha realmente bisogno o investire in un capo evergreen
  • Non hai voglia di stressarti con le file, provati il utto in negozio e poi fai shopping online
Come sopravvivere ai saldi almeno nei primi giorni? Astenersi dallo shopping almeno per la prima metà del mese!!!

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

HAPPY MIND

Qualche mese fa entrando in libreria ho notato un sacco di libri dedicati allo stile "felice" del Nord Europa, ho voluto sfogliare un libro Hygge, ma ammetto di NON averlo voluto comprare anche perchè è già da un pò che ho deciso di voler guardare il bicchiere mezzo pieno ed ho fatto mia la frase " un sorriso costa meno dell'elettricità ma fa altrettanta luce"  ma volendo cercare sul web alla parola mindfulness ecco cosa si trova: Mindfulness è la traduzione di "sati" che in lingua pali, il linguaggio utilizzato dal Buddha per i suoi insegnamenti, significa essenzialmente consapevolezzaattenzione, attenzione sollecita. Queste qualità dell'essere possono venire coltivate attraverso la meditazione. Nella tradizione buddhista la samma sati (retta consapevolezza) è una delle vie del Nobile Ottuplice Sentiero, l'ultima delle Quattro Nobili Verità. La moderna mindfulness è una tecnica psicologica basata su questa e altre tradizioni meditative. Desc…

SANREMO SECONDA SERATA: PARLIAMO DI LOOK

Qest'anno ho deciso di guardarlo ma arrivo ad un certo punto ed il sonno vince però con rai replay vedo quello che mi sono persa e in alcuni casi devo dire meno male...
Iniziamo a parlare del look di Carlo Conti e la scelta migliore rispetto alla prima sera, oddio qualunque giacca scura sarebbe stata meglio di quella "da vecchio" della prima sera....comunque si inizia con le nuove proposte e lo devo dire ho una profonda invidia per i capelli di Marianne Mirage, che ha scelto un look molto bello ed elegante, la canzone è anche molto bella e secondo me avrà successo (e prima l'hanno passata in radio un paio di volte), Francesco Guasti e ok lo devo dire io ho un debole per gli uomini con la barbetta ma qui si esagera però il look non mi dispiace per niente e la canzone...si mi è piaciuta, gran bel timbro vocale il ragazzo, il terzo ad esibirsi è Braschi, giovane carino con la faccia da bravo ragazzo, canzone carina ed orecchiabile ma se devo dire se mi è piaciuta o meno,…