Passa ai contenuti principali

DIARIO PERSONALE



Questo post è scritto in italiano e non intendo tradurlo in inglese poichè non renderebbe...


Che lavoro fai? “l’agente immobiliare” dall’altra parte è un susseguirsi di fico come quelli di Million dollar properties, così guadagni un pacco di soldi… ok la realtà non è proprio così. Vivo in una città ad un’ora da Roma e tre da Firenze ma con prezzi molto più bassi al metro quadro rispetto alle due città sopra citate e poi no non guadagno le percentuali che si vedono su Million dollar properties, anzi è già tanto che riesca a guadagnare qualcosa dato il periodo e lavoro tanto, perché un agente immobiliare lavora sempre anche nei giorni di festa  e non stacca praticamente mai. In più calcolando che il guadagno è basato sulle commissioni, nell’attesa mantieni un lavoro al bar e fai la dog sitter per avere quel minimo che copre le tue spese fisse…
Poi se ti capita un/una collega arrogante che non sa mettere insieme due frasi in italiano ma che fattura ogni settimana allora ogni tanto mi domando se nella vita va avanti chi ha le competenze o chi il culo (pardon l’espressione), ma sinceramente da un/una che ti dice di “disdettare il contratto, mettere una posticipa e che tira su con il naso perché ignora la conoscenza di fazzoletti tu ti fideresti, eppure molti lo fanno.
Capita anche che molti padroni di casa ti chiamino per fare una valutazione, tu vai fai la valutazione reale e BAAAM ecco che i loro occhi si iniettano di sangue in quanto tu non sai quanti sacrifici hanno fatto per quella casa e vogliono vendere ma non vogliono svendere, ma va? Le persone che accettano le tue valutazioni realistiche (basate sulle compravendite degli ultimi tre mesi nella zona) sono persone che devono vendere per liquidità, hanno o hanno avuto aziende e sanno che il mercato ora è molto diverso da quello del 2006…
Molte persone pensano che l’agenzie immobiliare campano di rendita , la realtà è che più un’agenzia immobiliare fa ricerca, stringe contatti, gestisce i clienti e riesce ad AIUTARE concretamente, ha un feedback positivo e molto spesso i clienti usano il passa-parola, che è una forma di pubblicità molto molto forte…Lo ammetto è un lavoro che ti porta a stare a contatto con la gente ma che spesso rischia di diventare una sorta di assistente sociale. Ad esempio un po’ di tempo fa una coppia è venuta a chiedere di un appartamento in affitto, abbiamo fatto vedere diverse cose e al momento di poter fare un’offerta scritta hanno spiegato i loro problemi, tu cerchi di aiutarli, chiedendo tutti i documenti finanziari così da poter avere risposte da dare ai proprietari… noi ci mettiamo la faccia e ci impegniamo a far dire di si, ma capita che spesso i proprietari preferiscano tenere chiusi gli appartamenti e allora è li che i clienti danno il peggio …. Ma ci fossero solo loro …. ti incazzi quando vedi che un/una collega ignorante (nel senso  che ignora e che è cattivo) riesce a fatturare e con una conoscenza dell’italiano che lascia seriamente a desiderare.
Rispondi sinceramente: ti fideresti da qualcuno che non sa neanche scrivere “codicillo o postilla” e chiama quelle piccole clausole “POSTICIPA”, che non sa dire neanche sui Generis ma continua a ripetere “così sui GENESIS” (che poi può darsi che il gruppo abbia avuto a che fare con il mercato immobiliare ma in questo caso non significa assolutamente nulla, ma lo ammetto una delle frasi migliori che ho sentito è stata al telefono con una padrona di casa dove diceva che “due ragazzi di 10 anni nei letti singoli ci vanno attillati”, ma che sono pantaloni?
Chi decide di fare l’agente immobiliare ora sa che va incontro a proprietari di casa con in mente prezzi sbagliati, grande offerta e minor richiesta, con tempi di vendita più lunghi e anche se le banche hanno iniziato a riaprire i rubinetti le documentazioni burocratiche sono sempre molto lunghe. Certo non si può fare questo mestiere in tuta, ma fortunatamente la mia azienda permette i jeans e vestirsi casual sportivo, anche le scarpe da ginnastica sono concesse ( e assicuro che ricercare immobili sui tacchi non è poi cosi comodo)… E’ un mercato in continua evoluzione, a volte bellissimo ed altre stressante ma molto spesso i padroni e i clienti ti offrono delle chicche niente male … quindi se vuoi iniziare a lavorare in questo campo metti in conto incazzature continue, ulcere, gastrite, stress e a volte notti insonni, ma quando alla fine si riesce a chiudere il cerchio sono grandi soddisfazioni...

Commenti

Post popolari in questo blog

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

JOB INTERVIEW OUTFIT: INSPIRATION FROM OLIVIA PALERMO & ELISA D'OSPINA

As I wrote some post ago first time I saw Olivia Palermo into "the city show" I found her nasty and posh but I always admitted that I loved (and I still like a lot) her outfits because she was ans still is always perfect... so if you have just received a phone call for job interview see her outfit searching inspiration (web will help you to find low cost similar clothes but on your budget so bankruptcy isn't an option)...










The other woman that I admire for her style is italian curvy model Elisa D'ospina, she is really beautiful woman and her outfits are perfect, because if you are curvy sometimes isn't so easy to find right outfit for you...

One thing that you must to do during job interview is smile, have a good voice (not too high/low volume/tone), not too much make up, clean hair and I suggest to study the agency so you'll be prepared on questions about their business and wear clean clothes, I can  remember that time that a friend of mine wore her favorite wh…

SANREMO SECONDA SERATA: PARLIAMO DI LOOK

Qest'anno ho deciso di guardarlo ma arrivo ad un certo punto ed il sonno vince però con rai replay vedo quello che mi sono persa e in alcuni casi devo dire meno male...
Iniziamo a parlare del look di Carlo Conti e la scelta migliore rispetto alla prima sera, oddio qualunque giacca scura sarebbe stata meglio di quella "da vecchio" della prima sera....comunque si inizia con le nuove proposte e lo devo dire ho una profonda invidia per i capelli di Marianne Mirage, che ha scelto un look molto bello ed elegante, la canzone è anche molto bella e secondo me avrà successo (e prima l'hanno passata in radio un paio di volte), Francesco Guasti e ok lo devo dire io ho un debole per gli uomini con la barbetta ma qui si esagera però il look non mi dispiace per niente e la canzone...si mi è piaciuta, gran bel timbro vocale il ragazzo, il terzo ad esibirsi è Braschi, giovane carino con la faccia da bravo ragazzo, canzone carina ed orecchiabile ma se devo dire se mi è piaciuta o meno,…